Itinerari a Piedi 2018-01-22T14:16:32+00:00

Itinerari a Piedi

Nell’ambito delle attività che favoriscono la salute, sta assumendo un ruolo di primo piano il “nordic walking”. E’ possibile trovare l’attrezzatura e le informazioni per cimentarsi in questa pratica nel vicino Centro Visita di Valle dei Cavalieri di Succiso, oppure al Centro NeveNatura di Pianvallese (Villa Minozzo) che organizza anche corsi ed escursioni.

L’arrampicata”: per chi ama le scalate la Pietra di Bismantova, è la piu interessante palestra di roccia della zona. A meno di 90 minuti da noi, è ottima anche per la pratica “bouldering”, per la quale si prestano i numerosi massi sparsi intorno al monte. Si trova una dettagliata descrizione nel sito ufficiale IAT di Castelnuovo ne’ Monti www.appenninoreggiano.it, nella pagina dedicata agli sport di montagna. Anche gli escursionisti possono raggiungere la cima della Pietra grazie a una piacevole passeggiata di circa mezz’ora (sentiero CAI nr 699).

“Le Ciaspolate”: nei dintorni dell’Agriturismo, nel Parco dei Cento Laghi, a meno di 25 minuti di macchina da noi, oppure con le guide di Farfalle in Cammino, nei territorio di Zeri, è possibile nella stagione invernale passeggiare sulla soffice neve, tra scenari bellissimi ed incontaminati del nostro Appennino. Si potrà così scoprire luoghi ricchi di fascino in cui l’uomo, nel corso dei secoli, ha lasciato le tracce del proprio passaggio senza mai deturpare questi splendidi paesaggi tra i quali ci si farà strada proprio come si faceva un tempo: indossando soltanto un paio di “ciaspole”.

 

Passeggiate: Gli alpeggi di Iera e le Capanne dei Tornini (Mettere foto)

Un’escursione ambientale di completa immersione nella natura del versante lunigianese del territorio del Parco Nazionale. Partendo dalla frazione di Iera, dove si può parcheggiare l’auto, a meno di 15 minuti  in macchina dal nostro Agriturismo, si risale a piedi attraverso i boschi ombrosi di castagni per circa 45 minuti fino ad arrivare alle Capanne in Garbia (952 m). Si può poi proseguire per un’altra ora circa per giungere altri alpeggi a 1280m, le Capanne dei Tornini. Entrambi gli alpeggi sono stati ristrutturati con contribuiti europei e forniti di stufa e pannelli fotovoltaici. Sarà poi possibile proseguire fino a incontrare il sentiero 114 che scende fino all’Agriturismo. Se si desidera è possibile essere accompagnati da guide professionali.

Per info e prenotazioni: info@farfalleincammino.org / +348 8097918

Maggiori informazioni http://www.visitlunigiana.it/products/le-capanne-dei-tornini/

 

Passeggiate: “Monte Acuto” e il rifugio “Citta di Sarzana”

Itinerario suggerito dal C.A.I. Sez. di Fivizzano

Questa escursione è adatta a tutti e può essere affrontata in una giornata con sosta al rifugio o al laghetto e vale la fatica solo per lo splendido panorama ammirabile in cresta. Punto di partenza per questo percorso è la fine del ponte sulla diga del Lago Paduli, dopo il Passo del Lagastrello, a meno di 20 minuti da noi, all’inizio della strada che porta a Miscoso (bivio a destra dalla strada SP 74 Massese). Seguendo le prima indicazioni, che già troviamo sulla strada, arriviamo in una radura con un cippo storico dove convergono i due sentieri che percorremo. Seguiamo il sentiero 659 alla nostra sinistra che sale dolcemente attraverso un bosco di faggi e, dopo una breve rampa, attraverso un breve sali e scendi alla piana dove sorge il rifugio, presso il lago di Monte Acuto, piccolo laghetto di origine glaciale. Da qui seguiamo il sentiero n. 657 che esce dal bosco e sale in poco più di 45 min. fino alla Sella di Monte Acuto; lasciando brevemente il sentiero verso la cima alla nostra sinistra, si gode un bellissimo panorama su tutta la Lunigiana e sulla cima troviamo un antico cippo napoleonico. Tornati sui nostri passi fra brughiere di mirtilli seguiamo la segnavia della GEA fi no ad un bivio nella località detta “La Costaccia” e da qua seguiamo le indicazioni che ci riportano verso il Passo del Lagastrello, attraverso il sentiero n.659/A. Questi dopo un primo tratto in cresta si inoltra nel bosco e scende in poco più di 1.45 h. arriva alla congiunzione con il sentiero 659. Da lì seguiamo la strada dell’andata e torniamo sulla Provinciale.

Tratto da “Passeggiate ed escursioni a Fivizzano e dintorni”, a cura di Andrea Pellini, C.A.I. Fivizzano, 2012

Maggiori informazioni http://www.visitlunigiana.it/products/monte-acuto-e-il-rifugio-%22citt%c3%a0-di-sarzana%22/

Passeggiate: “Comano – Tavernelle – Taponecco – Apella – Iera- Bagnone”

Percorrendo il sentiero “Trekking Lunigiana”, con partenza da uno dei bei borghi sopra citati, sarà possibile raggiungere con una bella passeggiata, di difficolta media e, in alcuni tratti, molto bassa, gli altri paesi collegati dal percorso, tra paesaggi suggestivi, con castagneti ancora ben tenuti, torrenti dalle acque incontaminate, e panorami che in una sola vista riescono a cogliere l’arco appenninico e le bianche vette delle Alpi Apuane. Un itinerario che regala il suo massimo splendore nel periodo primaverile e autunnale quando la Natura, rispettivamente, si risveglia e si colora di mille tonalità. Parte del percorso si snoda nei centri storici dei paesini, ed è quindi l’occasione per fermarsi ad ammirare i meravigliosi scorci di pietra, le gallerie voltate, le maestà e gli architravi maestosi con gli antichi portali.